“Tutto il resto è noia, no non ho detto gioia”

Il tempo passa e le giornate diventano sempre più piene, ma in particolare la sensazione che lo diverranno sempre più cresce di giorno in giorno.

Il volontariato è iniziato: adesso ogni martedì pomeriggio vado a Bridge of Hope, una organizzazione non governativa che è attiva nel sociale, in particolare con ragazze e ragazzi con disabilità o da background sociali sfavorevoli. Questa organizzazione è anche attiva nella promozione dell’educazione inclusiva in Armenia. Questo mi ha fatto riflettere sul fatto che per me, da studente italiano, aver studiato insieme a ragazzi disabili è dato per scontato ma non è così in molti paesi del mondo. In Germania ad esempio vi sono strutture apposite, seppur di elevato standard. I ragazzi disabili che hanno frequentato le mie stesse scuole hanno potuto vivere per quanto possibile una normalità, ma soprattutto la loro presenza ha arricchito tutti i ragazzi considerati “normali”.

Come già detto mi trovo all’alba di un quadrimestre pieno. A guardare il calendario già mi gira la testa. Non vi è settimana, week-end o giornata senza qualcosa di speciale. E tutto questo si aggiunge alla nostra già intensa vita di studenti UWC e IB con sempre più deadlines all’orizzonte. A marzo andrò una settimana in Turchia a una Model United Nations, rappresentando la Corea del Sud in una delle commissioni. Ad aprile andrò in Scozia per un programma promosso da Carlo, il Principe del Galles.

L’intensità di questa esperienza non la posso racchiudere in poche righe, ma avrei difficoltà pur essendo prolisso. La settimana scorsa era inclusivity week in cui abbiamo organizzato diverse attività con a tema appunto l’inclusione, di tutti i tipi, per gli LGBT, disabilità e altre minoranze. Io ad esempio ho organizzato insieme ad altri ragazzi una discussione sulle minoranze linguistiche portando l’autonomia come una buona soluzione a questo tipo di conflitto. Uno dei ragazzi siriani ha raccontato la sua esperienza della guerra, un altro ragazzo il suo coming-out. Sono stati racconti molto toccanti.

Quest’intensità caratterizza anche le relazioni. L’intensità delle relazioni che ho qui è senz’altro data dalle incredibili esperienze che viviamo ma anche semplicemente dalla convivenza. Vivere insieme ad altre persone cambia completamente la prospettiva che abbiamo di loro e il modo in cui ci si relaziona.

Sia sabato che domenica sono andato a sciare, e d’ora in poi vi andrò ogni settimana. Sono proprio contento e mi sono reso conto di quanto mi mancasse sciare. Ho insegnato un po’ ai principianti e agli intermedi ma ho anche avuto modo di divertirmi e perfino di sperimentare cose nuove: per un pomeriggio ho provato telemark e nonostante sia più faticoso, devo dire che gli “hippie sticks” sono proprio divertenti..chissà, magari insisto.

Si inizia a pianificare l’estate, con tante idee, sogni e aspirazioni. La mia testa dunque è qui, chissà dove nel pensare al futuro, ma è un po’ anche a casa: seguo le notizie e apprendo dell’elezione di Mattarella a presidente della Repubblica. Devo dire che la notizia mi ha colto con un po’ di delusione. Nonostante sia senz’altro un personaggio di rilievo e adatto al ruolo, mi aspettavo (e credo non da solo) una figura di cambiamento GENERazionale inteso sia di genere che di generazione. Da fuori di tanto in tanto fa tristezza realizzare l’incapacità (o la difficoltà per essere più ottimisti) dell’Italia di cambiare. Su questo fronte mi ha fatto piacere vedere la rilevanza mediatica anche a livello nazionale che Stazione Futuro sta ottenendo per le sue azioni (e non solo per la sua più che apprezzabile fondazione e start-up), che un minimo di speranza me la riaccende.

Annunci

2 pensieri su ““Tutto il resto è noia, no non ho detto gioia”

  1. Philipp….riesci sempre ad emozionarmi, e tanto! Mi sto accorgendo che stai diventando ‘GRANDE’ troppo in fretta e cominci ad ‘intimorirmi’…adriana

    Inviato da iPad

    >

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...